Il racconto di viaggio: una passione vera!

A chi non è mai successo di partire per un viaggio (lungo o breve che sia non importa) e di raccontarlo nei minimi dettagli ai propri amici, parenti o persone a cui vogliamo bene. Nessuno è immune dalla voglia di condividere esperienze di viaggio soprattutto quando queste risultano particolarmente entusiasmanti o profonde come quando si incontrano persone e culture lontane.

Condividere racconti di viaggio è una passione

Da un po’ di anni ormai la passione di chi condivide con gli altri le proprie esperienze di viaggio è diventata un’attività con pubblici ben più ampli. Non più solo partner, amici e parenti o, al massimo, qualche collega ma un pubblico vero fatto di persone che attraverso i propri schermi (computer, smartphone, tablet, ereader) accedono ad una moltitudine di storie e racconti.

Il web e le tecnologie digitali hanno amplificato le potenzialità di diffusione dei racconti di viaggio verso un pubblico che non è più fatto di cerchie di persone vicine. Le storie, così come i viaggiatori, adesso possono macinare chilometri ed essere lette da ovunque nel mondo. È per questo che si sono diffusi tantissimo i travel blogger e siti simili ed è questo lo stesso motivo per cui abbiamo lanciato il progetto Gente in viaggio perché sognavamo di costruire una community di appassionati in cui ogni partecipante si potesse sentire libero di condividere le proprie esperienze senza avere per forza un approccio “business” (come molti top travel blogger hanno) mantenendo così un rapporto sincero con il sentimento di condivisione tipico di chi ama viaggiare.

Ebook e storie di viaggio

(altro…)

La Calabria raccontata negli ebook di Asterisk edizioni

Ci sono dei luoghi del mondo che sembrano vivere nell’oblio della comunicazione di massa e delle forme di comunicazione e produzione culturale più battute (e, di conseguenza, anche nel mondo della cultura digitale). Coni d’ombra da cui sembra impossibile uscire se non si rimane all’interno di un circuito di banalizzazione e stereotipazione delle caratteristiche umane, sociali, economiche e naturali. In Italia c’è una zona geograficamente molto ampia (forse più di una?) che subisce questa oppressione mediatica e culturale. Parliamo del Sud, del meridione. In particolare in questo vasto territorio che, fatta eccezione per alcuni casi (vedi Matera o una parte della Puglia), non ha la possibilità di costruirsi una reputazione la Calabria gioca un ruolo di “protagonista assoluto”. Terra di ndrangheta e sede di alcuni tra i pregiudizi più restii ad essere cancellati, la Calabria negli ebook di Asterisk edizioni esce completamente fuori dalle tristi logiche massmediatiche.

Bergamotto, risorsa unica per una terra speciale

Non è una esagerazione sostenere che il Bergamotto, frutto naturale dalle potenzialità davvero innumerevoli, è un tesoro sconosciuto ai più che stenta a prendere la posizione che merita sul panorama nazionale. Carmelo Spanti nel suo Bergamotto Una miniera d’oro verde ripercorre la storia di questo agrume eccezionale descrivendone minuziosamente lavorazioni, opportunità occupazioni e potenzialità quasi inesplorate. A leggere l’ebook sembra incredibile che non si parli di un idrocarburo (vedi petrolio) ma di un “semplice” agrume. Ancora più incredibile risulterà agli occhi dello scettico sapere che questa pianta cresce nel suo splendore massimo solo in una fascia costiera di circa 100 km che va da Villa San Giovanni a Monasterace. Non esiste altro posto del mondo in cui il Bergamotto attecchisca e regali dei frutti così ricchi di sostanze vitali per numerose economie (profumiera, farmaceutica, gastronomica, estetica, tessile, artigianale) come nella provincia di Reggio Calabria. Si tratta di una verità storica che in digitale solo Asterisk edizioni ha raccontato grazie alla passione e alla tastiera di Carmelo Spanti.

Bergamotto Una miniera d’oro verde

(altro…)

Il viaggio lento negli ebook di Asterisk edizioni

Il viaggio lento non è un semplice modo di viaggiare. Si tratta, piuttosto, di uno stile di vita (a casa o in viaggio cambia poco) molto particolare che non tutti sono in grado di capire e che spesso non condividono. Ma viaggiare lentamente è il modo migliore per scoprire i piccoli particolari. Il viaggio lento è quello che maggiormente ti mette a contatto con il territorio che stai attraversando, scoprendolo. Stare a contatto con le persone del luogo, mangiare i cibi locali, apprezzare le particolarità storiche e culturali, ammirarne la natura: questi sono gli ingredienti di un vero viaggio slow!

Cosa manca in tutto questo?

Letture perfette per viaggi lenti

Quello che manca negli ingredienti del viaggiare lento che abbiamo appena elencato sono delle buone letture per godersi i momenti di riposo e relax. Quelli di un’amaca di fronte ad un paesaggio verde, di un mezzo di trasporto locale in cui sono tutti un po’ addormentati, quelli da leggere la sera, prima di andare a dormire. Che sia una tenda in mezzo ad un bosco o un agriturismo bio non fa differenza. La lettura, una buona lettura, rende un viaggio lento… perfetto!

(altro…)